FLYTE

 

Con le loro straordinarie armonie in tre parti e concerti insoliti in tutto il mondo, i Flyte si confermano tra le band in ascesa nella scena britannica. Fuori oggi 'Never Get To Heaven' il terzo inedito dal nuovo album, in una versione registrata in presa diretta nella foresta del Blenheim Palace, la splendida residenza nella campagna dell'Oxfordshire dal 1987 patrimonio Unesco. 

Ho scritto questa canzone a quattordici anni e riappropriarsi da adulto di qualcosa che parlava del periodo degli scout quando ne avevo otto mi sembrava interessante. Progredita negli anni e nella saggezza, la mia coscienza da adolescente stava dando una svolta postmoderna a una reliquia infantile. 'Never Get To Heaven' rappresentava l'elogio perfetto per la fine della mia relazione adulta. Un tentativo adolescenziale di comunicare stanchezza verso il mondo era diventato finalmente significativo. Per un album basato interamente su storie che parlano di separazioni, è una filastrocca perfetta e silenziosa', dice Will.

Anche questo singolo, come i precedenti 'Easy Tiger', 'Losing You' e 'I've Got A Girl' è tratto dal prossimo grande lavoro di questa band, ed è stato registrato a Los Angeles con Justin Raisen (Angel Olsen, Ariel Pink), Andrew Sarlo (Big Thief, Bon Iver) e Ali Chant (Aldous Harding) al mixer. Non sorprende che musicisti del calibro di Bon Iver e Lewis Capaldi siano loro fan da tempo.

Il trio britannico formato da Will Taylor (lead vocals, guitar), Jon Supran (drums, backing vocals) e Nick Hill (bass, backing vocals) si sta facendo strada anche per i testi ricchi di immagini letterarie, già dal loro nome ispirato a Sebastian Flyte, un personaggio tratto dal romanzo 'Ritorno a Brideshead' di Evelyn Waugh. Nel 2017 il Sunday Times ha definito l'album 'The Loved Ones' 'Il miglior debutto britannico dell'anno', seguito dall'EP 'White Roses' prodotto da Burke Reid (Courtney Barnett) e Craig Silvey (Arcade Fire, The National). Durante un lungo tour negli Stati Uniti la band ha registrato alcune cover di artisti collegati a città americane da Nashville a Chicago, da Judy Collins a Elliott Smith. In California, nella leggendaria area del Laurel Canyon, hanno registrato il nuovo album previsto per il prossimo anno.