DJ ALADYN

 

"In 'Spectropia' ho cercato di mettere insieme tutte le mie passioni artistiche incluse l'arte del sampling e il turntablism, di trovare un suono definito ma non limitato a un unico stile musicale".

A distanza di cinque anni dalla colonna sonora di Scary Allan Crow, basata sulla graphic novel scritta insieme a Lorenzo Palloni (Edizioni Inkiostro, 2017), DJ Aladyn ritorna con Spectropia, un album avventuroso e anticipato dal singolo When I Look Into Your Eyes, prodotto insieme a Max Bellarosa con il featuring di Bunna degli Africa Unite e Saturnino. "Il dub crepuscolare di questa traccia è nato a casa di Saturnino, in piena pandemia. Pensando poi a un'interpretazione vocale non avrei potuto fare a meno di pensare a Bunna", continua.

 

Nonostante siano diverse le anime dell'album legate all'elettronica, dai synth modulari di Goa all'abstract di Paradiso Perduto, dal vapor-soul di Peace fino al downbeat di ADNIL ("creata da un sample di un vecchio 45 giri dei miei, è dedicata a mia figlia Linda"), in Spectropia c'è anche spazio per l'hip hop (Scratch conta su DJ Gruff), la dancehall (Beautiful Minds con Awa Fall), la melodic techno (in Ogni Passo suona il pianista neo-classical Roberto Pace) e la ricerca di nuovi talenti, come MEUS ospite in Daughter of Rage.

 

DJ radiofonico e turntablist di lungo corso, DJ Aladyn si è fatto le ossa con i Men In Skratch, il collettivo di turntablist vincitore di varie edizioni del DMC anche fuori dai confini nazionali. L'album di debutto è Fili Invisibili (Metatron/INRI, 2012), prodotto insieme a tanti ospiti inclusi Rancore, Dargen D'Amico, Calibro 35 e Remo Anzovino. In seguito pubblica diversi EP, produce anche qualche remix (Il Boom di Jovanotti con Tormento) ed è protagonista di progetti speciali, dentro e fuori la radio dove lavora, Radio Deejay.

 

Il design grafico dell'album e dei singoli è stato curato da Paolo Proserpio.