ARTIZHAN

 

A distanza di due anni dall'EP Nasty Drifts from SequoiaArtizhan debutta con l'album Breaks From The V. (Apparel Tronic),  un lavoro che rivela personalità e stile già sin dal titolo.
 

'Il concept ruota attorno all'Hardcore come punto focale che caratterizza il mio rapporto con la musica. Vivo di breaks, quella parte di un brano da cui nasce il groove, è questo il motore costante della mia vita. E compongo musica inseguendo quest'idea attraverso il mio ruolo di turntablist. From The V. invece rappresenta il Vesuvio e le visioni che mi portano da altre parti. Sono un B-Boy che suona Techno ed elettronica.'

 

La pubblicazione di Breaks From The V. è stata anticipata dai singoli Tandoori Boutique e Ten, seguiti dall'ultimo estratto Take Me Out With The Fader, un appassionato omaggio al Turntablism, una delle discipline legate all'hip hop: 'Non avevo ancora prodotto un brano totalmente dedicato a questa arte, dove lo scratch parla, fa il chorus e le strofe'. Volevo condividere la mia visione sull'hip hop più radicale che continua a cullarmi ancora dopo tanto tempo.' 

 

Diretto da Michele Pesce (WeLikeTheFish) il video di Take Me Out With The Fader accende i riflettori sulla periferia del capoluogo campano tra Napoli EST, Ponticelli, San Giovanni e Gianturco, con uno sguardo creativo su breaking e writing e la partecipazione di Gino Rota, uno dei B-Boy più rappresentativo di quei luoghi. Tra rimandi a La Haine di Kassovitz e citazioni alla leggendaria fotoreporter statunitense Martha Cooper (New York Post, Smithsonian and Natural History Museum), Pesce ricostruisce l'immaginario degli anni '80 e '90, celebrando anche un personaggio fondamentale delle crew hip hop campane e rispettato anche su scala nazionale.'Ho utilizzato dei SynthoGlitch analogici per ricreare l'estetica dei CRT e insieme allo styling di Rota ci ritroviamo in piena storiografia hip hop. Il lettering finale è dedicato invece a Marcello Zemi, pioniere dei graffiti e della cultura hip hop a Napoli e in Italia, prematuramente scomparso', commenta.

 

Un viaggio nei territori delle tante anime della musica elettronica, le tracce di Breaks From The V. raccontano almeno tre decenni di dance underground. Da Tandoori Boutique ('un esotico mix tra Napoli, Detroit, Londra e Nuova Delhi') a More Fun To The Breaks ('il mio tributo ai Kraftwerk') con il featuring di Marcello Coleman (Almamegretta). Beautiful Day Innit! è un inno allo storico sound di Detroit con un interplay tra la 808 e la 303 con le percussioni live di Clay LeReve, mentre Ten affascina per la malinconica sequenza di Arp Odissey come un temporale di fine estate. Le radici musicali di Who Be The B sono hardcore funk, Act 1 ci catapulta nel pop giapponese dei '70 ma filtrato da breaks elaborati con strumentazioni analogiche, mentre Warm In Winter, Mistral e Positive Psychopath sono autostrade drum'n'bass, jungle e breakbeat, a riscaldare muscoli e cuore in uno scenario post-rave.

 

Originario di Ercolano (NA) e residente a Milano, Artizhan è solo l'ultimo dei moniker di Francesco Cozzolino (Franky B). Vincitore del DMC italiano nel 2000 e 2001 e finalista nelle edizioni internazionali con i Men In Skratch, guida del collettivo Nevrotype (Visionetics è il miglior disco italiano di alt-dance nel 2001 per MTV) e  vincitore nel 2012 del PIVI per il video di Vesuvius Bunks feat. James Senese, da S.E.B.A. (Black Marigolds, 2013), uno dei due album solisti firmati The Cryptic Monkeys. Una vita in consolle, nei club in Italia e all'estero, dentro e fuori gli studi di registrazione e radiofonici. Produttore di colonne sonore per brand globali, inclusi Cadillac, Diesel, Audi e Yamaha (la sua Rise of The Kaju è finita nella campagna mondiale della moto MT 09),  dal 2010 al 2013 è il regista di RaiTunes, il programma di Radio 2 condotto da Alessio Bertallot e dal 2018 direttore artistisco di Akademia, un luogo vicino Napoli deputato alla divulgazione delle sottoculture del mondo dance. Per Apparel Tronic, label milanese tra le più attive nella scena jazz-house-elettronica contemporanea, oltre il citato Nasty Drifts from Sequoia pubblica Birthday, incluso nella raccolta VariousTronic 01. Risalgono all'anno scorso invece ErcolaNeo Funk su Moan Recordings e l'EP Adamantino per la portoghese Plastik Galaxy Rebels.