ALESSIO PECK

 

Amore Bipolare è il singolo che segna il debutto di Alessio Peck, giovane cantautore italiano appena entrato nel roster della Kwaidan Records, la label dei Nouvelle Vague.
 

Un mondo complesso e paradossale di cui ci si innamora al primo ascolto, una canzone irresistibile che ricorda le hit radiofoniche Anni '90 con un testo che evoca un po' Amore Tossico di Claudio Caligari.


Un brano che esplora gli intrecci del sentimento amoroso,  fragilità ed equilibri a volte instabili, il bene e il male che possono causare. 'L’amore ha due facce: da una parte è confortante, dall’altra è distruttivo. Come ogni droga che valga la pena prendere, l’amore ti tira su per poi scaraventarti a terra', commenta Alessio.

 

Prodotto tra lo Studio 2 di Padova e i londinesi Abbey Road, la traccia ha un'armonia perfetta tra synth e chitarra, il suono definitivo di un amore bipolare con un abito da hit internazionale.


Ispirato da Il Rinoceronte di Eugene Ionesco, La Piscine di Jacques Deray e  di Fellini, il video del debutto di Alessio Peck è ambientato in un lussuoso centro di riabilitazione frequentato da una clientela con il cuore spezzato, per sfuggire allo strazio e alla sofferenza del mondo reale. Colorato e accattivante, lucido,  assurdo, semplice ma simbolico, come la canzone. 


Cos’altro potevamo aspettarci da questo giovane artista italiano da anni residente nella romantica Parigi?