• Facebook - White Circle
  • Twitter - White Circle
Al via in Base dal 22 al 24 novembre la quarta edizione di Linecheck Music Meeting and Festival, main content partner della Milano Music Week. Il mondo dell'industria musicale si confronta a Milano tra temi sociali, innovazione e concerti.

A chiusura della stagione delle grandi rassegne nazionali, ancora una volta Linecheck indaga gli scenari dell'industria musicale con un programma diurno di Music Meeting formato da oltre 200 speaker internazionali impegnati in più di 60 panel, workshop e masterclass, mentre la sera i riflettori del Festival si accendono su artisti innovativi, tra showcase, progetti speciali e anteprime assolute, come il concerto del Premio Tenco 2018 Motta con Les Filles de Illighadad, una band di blues subsahariano formata da sole donne tuareg. 

Prodotta dal neonato Music Innovation Hub, il polo per l'innovazione della filiera musicale italiana e promosso in collaborazione con l’associazione elita, che lo ha ideato nel 2015, l'edizione 2018 di Linecheck si avvale del supporto del Comune di Milano, SiaeFimiAssomusicaNuovo ImaiePmiItalian Music Festivals. Tra i partner internazionali, il sistema europeo di circuitazione di musica dal vivo ETEP, il network INES a capo delle dodici tra le maggiori music conference europee e l’adesione al progetto EMMA, acceleratore europeo del mercato musicale.

 

L'edizione 2018 conferma ancora una volta quindi la sua vocazione internazionale, affrontando anche un tema molto attuale come la Gender Equality, grazie alla partecipazione della PRS Foundation, il network She Said So, l’associazione che riunisce le donne di tutto il mondo impegnate nell’industria musicale - da pochi mesi attiva anche in Italia -  e del British Council che farà una riflessione sull’Impatto Economico e Sociale della musica.

​Con i vari partner si affronteranno tematiche specifiche: dalle politiche di sviluppo della infrastrutture culturali a livello territoriale, oggetto di un dialogo tra Comune di Milano e Ambasciata del Canada, all’internazionalizzazione e l’innovazione della Siae, che illustrerà i risultati del primo anno di attività dell'Italia Music Export Office, promuoverà all’interno con ICE diverse attività di networking, parteciperà a workshop e talk sul diritto d’autore e presenterà le novità più rilevanti nel processo di digitalizzazione dei suoi servizi. 

Il presente e il futuro della discografia sono i grandi temi sviluppati da Fimi, con un focus sui dati di consumo a livello internazionale e tre keynote speech tenuti da rappresentanti delle major label. Una comparazione internazionale sul sistema di distribuzione dei diritti connessi spettanti agli artisti è il focus del meeting proposto da Nuovo Imaie, che prosegue anche il lavoro di sensibilizzazione dei giovanissimi attraverso il progetto Musicaquiz, promosso da EMCA (European Multimedia Copyright Alliance). Le figure professionali certificate grazie al progetto cCLEP, il futuro del programma europeo Creative Europe e la completa evoluzione del talent manager i temi invece di Assomusica.

 

In rappresentanza del mondo delle discografiche indipendenti, PMI ospita il board di IMPALA, associazione europea che tutela i diritti di quelle label, con il workshop 'Mental Health in The Music Industry', per affrontare il delicato tema della salute mentale a discapito del successo a tutti i costi, già costato la vita a tanti artisti del passato e del presente, e il panel 'Never Walk Alone - il valore di un’azienda indipendente nello sviluppo della carriera di un artista', per spiegare il ruolo che hanno le strutture indipendenti nella creazione e nello sviluppo della carriera di un artista. Italian Music Festivals invita infine gli organizzatori dei festival italiani a parlare di strategie di comunicazione e marketing internazionali.

Appuntamento decisamente rilevante la presentazione di Open Sound Festival, progetto di Matera 2019 Capitale Europea della Cultura, coprodotto da Multietnica e Fondazione Matera Basilicata 2019, che rilancia il tema della musica come bene comune attraverso il progetto #urla firmato e presentato per la prima volta dall’artista multimediale e compositore Yuval Avital.

 

All'interno dei  6000 mq dello spazio funzionale Base, l'area  riservata ai Meeting coinvolgerà più di mille addetti ai lavori impegnati in oltre quaranta appuntamenti tematici sviluppati su tre aree conference, una sala meeting, una lounge per il networking e sale di formazione per la masterclass e i workshop tematici. Ci saranno una serie di appuntamenti in collaborazione con l’Ambasciata del Canada e la Delegazione del Québec coordinati con le principali istituzioni di un Paese che nella musica investe molto, come mercato e come veicolo di dialogo interculturale. 

Tra le novità assolute: una masterclass di tre giorni con Georgia Taglietti (Direttore Comunicazione Sonar) sulla creazione di un brand musicale in ambito internazionale, un programma di workshop intensivi con gli esperti di Exploding Bands a guidarci nelle strategie di marketing digitale e i rappresentanti di Fuga a trasferire le competenze utili per la distribuzione digitale. Un vero e proprio programma di appuntamenti di formazione e aggiornamento professionale.

Tra gli altri appuntamenti che rientrano nel programma rispondendo al claim “shape your future!” la conferenza sul futuro dei media musicali con alcune realtà di spicco del panorama europeo, lo sconfinamento della musica nei territori della moda, i focus tematici sulle sincronizzazioni in ambito cinematografico e pubblicitario, le nuove tendenzedella musica dal vivo a partire dai format di festival e rassegne sino alla rivoluzione del contenuto, le nuove forme e i nuovi contratti di lavoro.

 

Di sera il Festival si conferma un’occasione unica in Italia per scoprire novità musicali, diventando un appuntamento stabile nell’agenda degli showcase festival. Tutti gli artisti in programma sono accomunati da una forte identità e innovazione nella proposta e sono anteprima per il mercato italiano: dal suggestivo folk d’avanguardia di Circuit des Yeux all’abstract hip hop di Onra, dall’elettronica di Lotic, che catturerà l’attenzione dei fan dei Boards of Canada e Arca, al letfield pop dei portoghesi :papercutz fino alla no wave di Cindy Lee.  Al loro fianco tanti artisti italiani appena lanciati anche sul mercato internazionale come Ainé (Universal), Jessica Einaudi (!K7 Records), Sacramento (La Tempesta) e K-Conjog (White Forest).

 

Coordinata da Assomusica, la principale associazione di promoters di musica dal vivo in Italia e dai suoi partner transnazionali, Skuc, Meso, Swinging Europe, Roots Music, la rete Nimpe presenta a Linecheck un cartellone di tutto rispetto: dal garage rock dei Bee Bee Sea all’elettronica di DayKoda fino al pianismo ipnotico di Esc per l’Italia. Il soul del trio Relatiiv al pop filo-Robyn di Elba fino allo shoe-gaze dei Schwarze Fiktion per la Danimarca. E ancora la disco-funk dei Koala Voice e la techno-dub di Nitz per la Slovenia, l’ambient di Melentini, già collaboratrice di David Sylvian e Steve Jansen, il synth pop di Marva Von Theo e il drum’n’bass di Mica Eio per la Grecia. Il pop onirico di Dos Floris, l’ethiopian jazz di Agbeko e il synth pop di Koalas per l’Inghilterra. 

 

Largo anche allo scouting internazionale, con l’elettronica di Andrea Belfi, reduce dal un tour con Nils Frahm e l’ambient di Surma, magnetica artista portoghese acclamata da NPR, confermati tra gli artisti presentati dal circuito ETEP, il più importante progetto di circuitazione europeo di musica dal vivo, che include anche Bowrain, a sua volta tra i protagonisti della prima Nimpe Music Factory, progetto di residenza transnazionale co-finanziato dalla Unione Europea. 

 

L’innovazione è anche alla base delle partnership strategiche di Linecheck: Cariplo Factory, polo di open innovation e talent management creato dalla Fondazione Cariplo che organizzerà alcune delle attività legate al binomio “musica e tecnologia”, Smart, la società mutualistica per artisti che sta modificando il tradizionale approccio ai rapporti di lavoro affinchè i creativi abbiano migliori tutele in una industria in perenne trasformazione, oltre ai tradizionali partner del festival veri leader nei diversi settori di attività: Do It Yourself TicketingDutchBandSAE Institute MilanoMusicRaiser